Calcio Cremonese
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Antov: “Il Venezia è molto forte, ma noi non siamo da meno”

Il difensore grigiorosso Valentin Antov ha parlato in conferenza stampa in vista del match contro il Venezia

Quest’oggi, il difensore della Cremonese Valentin Antov ha tenuto una conferenza stampa. Tanti i temi toccati dal giocatore classe 2000, uno degli uomini più utilizzati dall’arrivo di Giovanni Stroppa sulla panchina grigiorossa.

Le sue parole. 

QUANTO È IMPORTANTE LA FIDUCIA DELL’ALLENATORE PER UN CALCIATORE. “La fiducia del proprio allenatore conta tanto per un calciatore, Inoltre, ho già lavorato con Stroppa ai tempi del Monza e il fatto di conoscere già i suoi metodi e il suo calcio forse mi ha un po’ facilitato le cose quando è arrivato in grigiorosso. Ma, al di là delle prestazioni personali, quello che conta è giocare sempre da squadra. Nelle ultime gare siamo riusciti a fare risultato e ora ci troviamo in una bella posizione in classifica. Non solo, non subire reti da quattro partite dà fiducia a tutto il reparto difensivo. Sono fondamentali anche tutte le conoscenze che l’allenatore ci può dare affinché si possa migliorare ulteriormente”.

LE ESPERIENZE PASSATE IN ITALIA. “Ambientarsi è sempre difficile perché ogni nazione ha uno stile di calcio diverso, serve un po di tempo ma ora, con l’esperienza acquisita, mi sento più sicuro e so cosa devo fare quando sono in campo. Diciamo che comprendo il calcio italiano e posso continuare a migliorarmi partita dopo partita. La speranza è di poter tornare in Serie A il prima possibile”.

IL PASSAGGIO DA CENTROCAMPISTA A DIFENSORE. “In realtà, quando ero nei settori giovanili in Bulgaria, giocavo come difensore. Successivamente, sono stato spostato a fare in centrocampo per un breve periodo, ma la mia posizione è sempre stata quella del difensore. Penso di avere le caratteristiche adatte per questo ruolo. L’esperienza da centrocampista è nata più dalla visione di un allenatore che da altro”.

IL CAMBIO DA DESTRA A SINISTRA NELL’ULTIMA PARTITA. “Non è mai semplice cambiare posizione in campo, ma grazie al lavoro in allenamento siamo un gruppo dove tutti sanno cosa dover fare in ogni momento. Sappiamo dove passare il pallone anche senza guardarci”.

SUL MATCH CONTRO IL VENEZIA. “Il Venezia è una della squadre piu forti del campionato, ma anche noi non siamo da meno. Siamo pronti ad affrontare una sfida così importante, stiamo lavorando tanto per farci trovare preparati. A Pisa è stata una prestazione più caratteriale che altro ed è stato importante non subire reti. Contro il Venezia dovremo far meglio le cose che sappiamo fare, stiamo lavorando forte per questo motivo”.

SULLA NAZIONALE. “Siamo una nazionale giovane dove è in atto un cambio generazionale. Il talento non manca certamente, anzi, ci sono ragazzi interessanti però per crescere serve esperienza e anche avere l’opportunità di giocare all’estero per migliorare il livello personale. Anche se nel campionato bulgaro non mancano squadre di calibro internazionale”.

UN GIOVANE TALENTO CHE PORTEREBBE IN ITALIA DALLA BULGARIA. “Ci sono diversi ragazzi bulgari davvero di valore. Uno di loro, di cui sono anche molto amico, è Hristiyan Petrov, classe 2002, un difensore che gioca nel CSKA Sofia. Auguro vivamente a lui e alla sua squadra di vincere il campionato”.

 

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La squadra si è ritrovata al Centro Sportivo Giovanni Arvedi per svolgere il primo allenamento...
I risultati di questo fine settimana del settore giovanile grigiorosso...
Il centrocampista era in diffida e il cartellino giallo rimediato sabato contro la Ternana lo...

Dal Network

L'allenatore rossoverde nel dopogara: "Bravi tutti, a partire da Vitlai e Favilli a tutti gli...
Distefano regala la gioia alla fine, grande Vitali in porta. Il commento in chiave umbra....
L'allenatore rossoverde Breda deve scegliere il portiere, un difensore e un attaccante....

Altre notizie

Calcio Cremonese