Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Penna in Trasferta – Cimino: “Reggina in un momento di forma invidiabile”

Il collega che segue da vicino le vicende degli amaranto ha presentato il match contro la Cremonese in programma domenica

Alle 14 di domenica 21 novembre la Cremonese è ospite della Reggina allo stadio Granillo di Reggio Calabria. In occasione del match abbiamo fatto quattro chiacchere con il collega di TifoReggina.it ovvero Giovanni Cimino. Ecco le sue parole:

Come si presenta la Reggina alla sfida con la Cremonese?

“La Reggina è un momento di forma psicofisica invidiabile, il successo nel derby ne è la dimostrazione. La squadra di Aglietti, paradossalmente, può essere stata frenata solo dalla sosta, che oggettivamente può aver spezzato quel ritmo che aveva impresso alla propria stagione. In ogni caso, al di là di Di Chiara squalificato e Rivas non al meglio, il tecnico ha tutti gli effettivi a sua disposizione”.

Punti forti e punti deboli dei reggini

“Sicuramente l’identità di squadra e la compattezza, la Reggina è una squadra difficile da mettere sotto e che subisce poco in termini di ritmo da parte deli avversari, oltre che di gol”.

Cosa ne pensi di questa Cremonese?

“Una squadra che può dire la propria nell’alta classifica perché ha una sua identità e può contare su una rosa di qualità in tutte le sue componenti. Non dico che correrà per i primi due posti, ma per in playoff credo sarà sicura protagonista”.

Quale grigiorosso temi di più?

“Al di là delle punte, sempre decisive in B, al di là del giovane Fagioli, indubbiamente un prospetto di grande qualità, un calciatore come Baez credo possa essere temibile per qualsiasi difesa, soprattutto se trova la giornata giusta”.

Che partita sarà?

“Gara equilibrata, con entrambe le squadre che avranno la possibilità di colpire in qualsiasi momento. Non mi aspetto tanti gol o spettacolo da esteti, ma la classica gara di B molto tirata”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'angolo dell'avversario