Calcio Cremonese
Sito appartenente al Network

Primavera grigiorossa: “Abbiamo camminato tra le stelle”

Attraverso la sua app la Cremonese ha riportato le emozioni e le dichiarazione dei ragazzi di mister Pavesi che ieri hanno affrontato l’Italia di Mancini

Ieri la Primavera grigiorossa ha avuto l’occasione di sfidare una parte dell’Italia di Mancini (chi non ha giocato il match contro la Svizzera vinto dagli azzurri per 3-0).

Attraverso la sua App la Cremonese ha riportato le dichiarazioni, le emozioni e i racconti dei giovani protagonisti grigiorossi. Da Valtulini arrivato in stampelle a Coverciano e ha trovato Florenzi a rincuorarlo, al discorso di Vialli, all’emozione degli ex Castrovilli e Sirugu. 

VALTULINI. “Abbiamo camminato tra le stelle. Grazie alla Cremo che mi ha portato a Coverciano nonostante l’infortunio e mi ha permesso di vivere un sogno. Grazie agli azzurri, campioni veri dentro e fuori dal campo. Ci hanno fatto sentire a nostro agio. In un periodo particolare della mia carriera mi hanno rincuorato ed insegnato a non arrendermi mai. W gli azzurri e viva il meraviglioso gioco del calcio”.  

RONCALLI. “E’ un sogno aver giocato contro la Nazionale. Ed è stata una grande emozione avere come compagni alcuni azzurri”.

BERNASCONI. “E’ un’esperienza fantastica, la rivivrei immediatamente. Bello, davvero bello”. 

DE BONO. “Incredibili emozioni. Peccato non aver giocato, sembravo un bambino che voleva divertirsi ma non poteva. Tornare a Coverciano con la Primavera è stato motivo di orgoglio per me”. 

ARPINI. “Sotto tutti i punti di vista è stata un’esperienza spettacolare e fantastica. Il fatto che mi ha emozionato ancora di più è stato poter parlare con giocatori come Raspadori e Bernardeschi e vedere in loro la stessa umiltà che qualsiasi giocatore della loro età ha. E’ stato meraviglioso poter giocare contro gli italiani più forti del momento. Nonostante il risultato la più grande emozione è stata farli pure un gol”. 

SCARINGI. “E’ stata un’emozione indescrivibile e unica. Dei ragazzi della Nazionale mi ha colpito la loro professionalità e il loro livello qualitativo e fisico rispetto a noi”. 

AGAZZI. “E’ stato bellissimo. Un’emozione indescrivibile, un’opportunità incredibile. Sono passato da vederli alla tv al campo. Per questo ringrazio la Cremonese per l’opportunità”. 

REGAZZETTI. “Incredibile emozione. Vederli il giorno prima in televisione e poi giocarci insieme è stata un’opportunità pazzesca”. 

BALLARINI. “E’ stato emozionante giocare contro alcuni campioni. Giocatori che la sera prima avevo visto in tv” 

GARDONI. “E’ stata un’opportunità che capita a pochi ragazzi. Ringrazio Nazionale e Cremonese per questa esperienza. Mi hanno colpito molto la professionalità e il carisma dello staff e di giocatori”. 

AGAZZI. “E’ stata una grandissima emozione giocare contro campioni che guardo sempre in tv”. 

NIANG. “Vedere davanti a me tutti questi campioni mi ha emozionato tanto, è stato qualcosa di spettacolare”. 

ROCCHETTA. “Sono orgoglioso di essermi confrontato con i migliori giocatori d’Italia. E ne sono uscito ancora più consapevole di quanto possa essere difficile arrivare al loro livello”.

SCHIRONE. “La Nazionale mi ha colpito per la qualità e l’intensità. E’ stata una soddisfazione aver avuto la possibilità di giocare contro grandi campioni”. 

GRECHI. “Sono molto contento di aver fatto questa bellissima esperienza”. 

ACELLA. “L’emozione provata ieri è stata grande, qualcosa di unico. Ho provato sensazioni incredibili perché non sempre sia ha l’opportunità di confrontarsi con i grandi campioni. Esperienza che porterò sempre con me”. 

LAUCIELLO. “Bellissima esperienza: è stato incredibile giocare contro grandi campioni”. 

BERTO. “E’ stata una stupenda esperienza e un grande orgoglio giocare contro la Nazionale. Ho notato la velocità del passaggio era quello il motivo della loro alta intensità”. 

BIA. “Esperienza che mi ha reso davvero felice. Mi ha fatto capire quanto lavoro c’è ancora da fare per arrivare a quei livelli. Ringrazio la Cremo per l’opportunità”. 

BATTINI. “Essere a Coverciano e giocare contro grandi campioni ha rappresentato una bellissima opportunità. Potersi confrontare con giocatori fortissimi è stato gratificante”. 

RANCATI. “L’esperienza di ieri è stata unica e rara. Già l’ingresso in un centro di quella portata è stato incredibile, un’emozione fortissima. Un sogno entrarci da giocatore della nazionale. Non mi è sembrato vero vedere e giocare contro i giocatori della Nazionale. Affrontandoli ho notato quanto lavoro e dedizione mettano in quello che fanno”. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I baby grigiorossi vincono, nel finale, anche il match contro l’Udinese Ennesimo successo della Primavera...

Prossima iniziativa rivolta ai club affiliati sarà il terzo workshop della serie CoachInCremo, in programma...

I baby grigiorossi fanno 2-2 contro i partenopei nella gara valida per la 10a giornata...

Dal Network

La Cremonese fa il bello e il cattivo tempo: un Brescia inguardabile viene trafitto tre...
Contro la Cremonese Belingheri ha in mente di apportare qualche modifica, ma avendo poco tempo...
Le scelte del mister bresciano in vista dell'impegno di domani contro la Cremonese, valido per...
Calcio Cremonese