Resta in contatto

News

Bisoli: “Per domani recuperiamo Strizzolo. La classifica? Non la guardo…”

cremonese

Il tecnico grigiorosso ha presentato la sfida in programma contro il Pordenone

Si è tenuta nel pomeriggio odierno la conferenza stampa con cui mister Bisoli ha presentato il match in programma domani contro il Pordenone.

Senza perdere tempo, andiamo quindi subito a vedere le principali dichiarazioni rilasciate dal tecnico grigiorosso.

LA METAMORFOSI. «La scintilla scoccata a Reggio Emilia ha fatto sì che ci svegliassimo, il resto l’ha fatto il ritorno al nostro sistema di gioco, seppur con qualche variazione. Questo è l’abito giusto per la Cremonese ed è giusto che io sia tornato sui miei passi. Nelle ultime partite abbiamo raccolto un buon numero di punti, chiaro però che in classifica risentiamo ancora molto di quelli persi in precedenza. La classifica? Non la guardo. Aver tirato un po’ fuori il naso dalle sabbie mobili non ci deve illudere, però ci deve dare anche consapevolezza e un po’ di tranquillità in vista delle prossime gare».

GLI INFORTUNI. «Nardi non è convocabili in quanto contro il Cosenza ha subito un infortunio alla caviglia, ma spero di riaverlo il prima possibile. Chi recupera è invece Strizzolo, un elemento che stava facendo davvero bene prima di farsi male. Per il resto non ci sono novità».

LE SCELTE. «Ghisolfi non è ancora in condizioni ottimali, ma domani potrebbe partire dall’inizio. Due esterni di spinta? È una possibilità, ma credo che la valuterò più che altro quando avremo trovato una quadratura».

COSENZA. «Contro il Cosenza abbiamo giocato una brutta partita, anche perché abbiamo ancora la testa un po’ bloccata. Speriamo di ritrovare presto la serenità che ancora non abbiamo».

IL PORDENONE. «Arriviamo alla sfida contro il Pordenone con una squadra stanca, ma d’altronde lo saranno anche loro. Siamo però anche più consapevoli e sappiamo che questa non è ancora la nostra classifica. Il Pordenone ha vinto il campionato di Serie C e si sono rinforzati, quindi ha una rosa importante nonostante gli infortuni. Dovremo affrontarli con rispetto, ma senza paura. Mi aspetto una prima fase di studio. A loro piace giocare in verticale, mentre a noi piace avere più il possesso palla. Alla fine ciò che conta è però riuscire a portare a casa un risultato positivo che ci dia un po’ di continuità».

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti grigiorossi

Lo storico capitano grigiorosso

Claudio Bencina

Lo storico calciatore ed allenatore della Cremo

Emiliano Mondonico

Autentica bandiera grigiorossa

Felice Garzilli

Il secondo per presenze nella storia grigiorossa

Giancarlo Finardi

"El Galgo" grigiorosso

Gustavo Dezotti

Il difensore grigiorosso che fermò Gullit

Luigi Gualco

Centrocampista degli anni magici grigiorossi

Marco Giandebiaggi

Una carriera intera passata in grigiorosso

Mario Montorfano

Il centrocampista biancorosso degli anni '90

Riccardo Maspero

Altro da News